TITOLO: Un cuore di vetro, Sotto la superficie vol. 3

AUTORE: Ilari C.

CASA EDITRICE: Autopubblicazione

NUMERO PAGINE: 262 pagine

ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2019

PREZZO: € 3,99 (eBook)

TRAMA: Gli eventi di Un’altra occasione sono trascorsi senza strascichi, Cristian crede. Sbaglia. A provarglielo sarà Marc che una sera piomba nella sua villa ubriaco. Cristian riesce a mandarlo via, ma il ricordo di quanto sarebbe potuto accadere quella notte e che Samir lo scopra lo tormenta. Decide di accettare l’offerta di una squadra inglese, convinto che a Londra sarà tutto come prima e che sarà possibile ritrovare l’armonia che Marc ha infranto.

Samir non è mai stato bravo a soffrire in silenzio e se ha smesso di dare pugni è solo perché ha trovato un’altra valvola di sfogo ancora più pericolosa. A Londra cerca di combattere i suoi demoni, ma una vecchia conoscenza, il suo primo amore Alain, che vive nella capitale inglese, tramerà nell’ombra per avere quello che vuole. Sono passati più di dieci anni da quando Alain e Samir vivevano in Belgio. Il rimorso delle loro azioni tormenta ancora Samir, ma Alain non sembra essere cambiato. Mentre Cristian tenta di ritrovare la tranquillità e progetta di allargare la famiglia, il peso dei segreti di Samir rischia di mandare tutto all’aria. E se Samir incarnasse tutto ciò che Cristian ha sempre rifiutato?

La vita di Cristian e Samir rischia di cambiare per sempre, non è facile uscire indenni da un labirinto di sofferenze e bugie se le sue pareti rischiano di crollarti addosso e distruggere un cuore fragile come vetro.

INTRECCIO: ★★★

Come per gli altri volume ho trovato l’intreccio semplice, senza complicazioni che rendessero difficile la comprensione del racconto da parte del lettore. A dire il vero, per il quarto volume mi piacerebbe trovare un intreccio un po’ più “lavorato”, come se fosse cresciuto anche lui con i personaggi.

Una cosa che ho apprezzato tantissimo è stata la scelta dei vari argomenti trattati, come la dipendenza, non solo da pillole, e la violenza sessuale nei confronti di un uomo.

DIALOGHI: ★★

Devo essere sincera, mi hanno annoiato un pochino, non perché siano fatti male, ma perché discutono sempre sulle stesse cose; nell’attimo in cui pensi che finalmente l’hanno superata, ecco che ritornano a discutere ancora una volta per lo stesso motivo!

DESCRIZIONI: ★★★★

Sono sempre chiare e allo stesso tempo precise, non trovo mai difficoltà nell’immaginare i vari ambienti che avvolgono i nostri protagonisti.

COLPI DI SCENA: ★★

Non ho trovato gradi colpi di scena, forse perché – essendo il terzo volume – ho imparato a conoscere i personaggi.

PERSONAGGI: ★★★

Avrei tanto voluto trovare un’evoluzione del loro carattere, invece sono risultati sempre uguali. Samir affronta una dipendenza da pillole mentre Cristian affronta la sua dipendenza nei confronti di Samir, rendendosi conto che spesso fa girare la sua vita attorno a lui. Il problema è che, soprattutto Samir, continua sempre a raccontare bugie, litiga con Cristian, poi racconta un’altra bugia… così per gran parte del libro. Verso la fine ho trovato la cosa abbastanza noiosa e prevedibile.

CURIOSITÀ :
Questo libro non è autoconclusivo, ma non preoccupatevi: l’autrice sta già lavorando al quarto volume!

VOTO: Nonostante qualche mia critica è comunque un buon libro! Diciamo che tra i 3 volumi è quello che mi ha convinto meno.